SudafricaSudafrica
Forgot password?

Capo di Buona Speranza

In qualsiasi periodo dell’anno vogliate andare in Sudafrica, Capo di Buona Speranza dovrà essere una delle vostre destinazioni: è la famosa città attraversata dai grandi esploratori; meglio tra maggio e ottovre se volete avere alte probabilità di avvistare le balene.

Per un’escursione a Capo di Buona Speranza avrete bisongo di almeno un paio di giorni e potrete immergervi nella natura, godere del paesaggio e scegliere le strade di andata e ritorno in modo da compiere un vero e proprio giro della penisola e per questo consigliamo di organizzarvi con un’auto a noleggio.

Raggiungere Capo di Buona Speranza

Partendo da Città del Capo dopo 20 chilometri arriverete all’inizio della Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza, dove vivono struzzi, babbuini, facoceri, gnu, zebre e antilopi.

Da qui altri 50 chilometri attraversando paesaggi mozzafiato come le insenature di Clifton e raggiungendo una delle destinazioni più magiche del Continente Africano. Il fragoroso infrangersi delle onde dell’oceano e il bagliore delle spiagge bianchissime vi accompagneranno fino alla vostra destinazione.

Da Capo di Buona Speranza a Cape Point: 1 km

Dal Capo di Buona Speranza si può raggiungere a piedi, attraverso un sentiero di circa un chilometro, anche il Cape Point.

Qui ecco che troverete scogliere a picco a 200 metri sul mare, punto di partenza per uno spettacolare percorso trail chiamato Hoerikwaggo, che conduce in alcuni giorni fino alla Table Mountain, l’altipiano che sovrasta Città del Capo.

La riserva Naturale Cape Point

Nella parte più a sud della penisola si estende la Riserva Naturale Cape Point, che dal 2004 fa parte del Cape Floral Kingdom, dichiarato patrimonio UNESCO.

Le specie autoctone superano il migliaio, e donano a questa zona un’incredibile biodiversità, per citarne solo alcune: la beccaccia di mare africana, la zebra di montagna e la quasi introvabile rana fantasma.

Babbuini e pinguini

I due protagonisti della fauna della Penisola del Capo sono sicuramente babbuini e pinguini: i primi li incontrerete spesso in giro per la Riserva, mentre i secondi vivono in una nutrita colonia sulla spiaggia di Boulders Beach.

L’incontro con questi simpatici animali sarà emozionante, ma è bene ricordare alcune norme per evitare incidenti o peggio ancora disagi agli animali. I babbuini sono estremamente attratti dal cibo, per cui vi raccomandiamo di non tenere cibo in vista e vi sconsigliamo di mangiare mentre siete in escursione, perché potrebbero tentare di rubarvi lo spuntino o diventare aggressivi.

I pinguini, teneri e buffi, sono molto sensibili per cui anche osservandoli molto da vicino si deve tenere un comportamento che non li stressi o spaventi, parlando a voce bassa ed evitando movimenti bruschi.

SPECIALE SUDAFRICA” con IMPERDIBILI OFFERTE

CLICCA SUBITO E GUARDA TUTTI I DETTAGLI:

programma viaggio, tante foto, commenti e altro!

    Feed has no items.

Leggi anche: